Agrigento

Provincia d’origine di due grandi autori italiani del XX secolo, Luigi Pirandello e Leonardo Sciascia, Agrigento è una provincia ricca di storia e cultura. Tra le innumerevoli cose da vedere la spettacolare Valle dei Templi, gli scavi archeologici di Eraclea Minoa e di Sant’Angelo Muxaro.

Palermo

La provincia con “il più bel promontorio del mondo”, è quella della Conca d’Oro, quella in cui visse Federico II con la sua Corte e in cui si diffuse la Poetica della Scuola Siciliana, Palermo luogo dove tutto è natura, arte, cultura e storia.

Catania

Catania è una provincia ricca di natura e cultura in cui poter ammirare il maestoso paesaggio del Parco del Monte Etna, le ceramiche di Caltagirone, e il barocco di Militello Val di Catania, e dove poter gustare i pistacchi di Bronte.

Taormina

È uno dei centri turistici internazionali di maggiore rilievo della Sicilia per il suo incantevole paesaggio naturale, le bellezze marine e i suoi monumenti storici.

Cefalù

Cefalù viene citata per la prima volta dallo studioso Diodoro Siculo nel 396 a.C. ma la città si distingue per la sua impronta tipicamente medievale. Partendo da piazza Garibaldi e proseguendo per corso Ruggero fino alla splendida piazza del Duomo già si comincia a gustare l'atmosfera splendidamente intatta di questa perla del mediterraneo.

Siracusa

Pantalica, la Valle d’Anapo, Palazzolo Acreide, Noto, Avola, Vindicari sono soltanto alcuni dei luoghi da visitare in questa bellissima provincia. La città conserva oggi tantissime testimonianze del passato visibili all’interno del parco archeologico e nell’isola di Ortigia, nucleo originario della città.

Ragusa

Ciò che affascina di questa provincia è il ricchissimo patrimonio archeologico (Cava d’Ispica, Monte Cassia, Camarina sono solo alcuni dei siti) ed architettonico (Ragusa Ibla e Modica) Situata a sud dei Monti Iblei tra i corsi dei fiumi Ippari ed Irminio, la città si distingue in due nuclei: Ragusa Superiore e Ragusa Ibla.

Enna

Splendida provincia, conosciuta in tutto il mondo per i mosaici di Piazza Armerina e per il lago di Pergusa, splendido luogo naturalistico in cui, secondo un antico mito, Plutone rapì Proserpina.

Caltanissetta

La “terra dei castelli” è tra le province siciliane quella più lontana dagli itinerari turistici tradizionali, ma è sicuramente un luogo dove poter riscoprire e conoscere le tradizioni e la cultura del passato.

Messina

La provincia delle leggende e dei miti dell’eroe Ulisse, la provincia delle isole Eolie. Situata sulla costa occidentale dello Stretto di Messina, il suo nome più antico è Zancle (termine dorico siculo che significa falce ed è riferito alla forma della penisola di San Ranieri).

 
 
AGRIGENTO

 
                                       
 
Bounded on the north by the Sicani mountains, the Salso river on the east, and the Belice river on the west, along its southern side the province of Agrigento opens up onto the Mediterranean Sea. The province also includes the Pelagie islands, Lampedusa, Linosa, and Lampione.
The inland areas can boast a unique variety of agricultural products, food specialities, and handicrafts, as well as fascinating locations of high naturalistic value, such as the Nature Reserves of the Cammarata Mountain and of the Montagnola, featuring the famous Acquafitusa cave, whose sulphur-alkaline-iodized springs have been well known since time immemorial.
Along the coast, coming down from Sciacca, which is nestled on the slopes of the Kronio mountain, the Torre Salsa Nature Reserve can be reached, preserving dunes, beaches, steep sea-cliffs, natural terraces, cane fields, and ancient chalk caves. The Reserve extends up to Eraclea Minoa, whose ancient Greek remains overlook the sea from the so-called Capobianco tableland.
Agrigento, which lies on a calcareous hill, dominates over the Valley of the Temples, one of the most impressive and breathtaking archaeological complexes of the entire Mediterranean basin, enlisted in the UNESCO Heritage Site List.